logo ufficiale Democrazia Cristiana
FORUM della D.C.
 ENTRA 
lista di link interni
collegamento alla pagina delle news della DC
collegamento alla pagina delle news della DC
collegamento alla pagina dei Giorni Insieme
collegamento alla pagina del partito
collegamento alla pagina dell'organigramma
collegamento alla pagina dei dipartimenti
collegamento alla pagina dell'organizzativo
collegamento alla pagina dicono di noi
collegamento alla pagina dei movimenti
collegamento alla pagina delle adesioni alla dc
collegamento alla pagina dei documenti
collegamento alla pagina della tua posta
collegamento alla pagina del futuro e memoria
collegamento alla pagina dei contatti
collegamento alla pagina della galleria fotografica
collegamento alla pagina dei Video della DC
lista di link esterni
collegamento alla pagina dei link dei ministeri italiani
collegamento alla pagina dei link delle istituzioni regionali
collegamento alla pagina di ulteriori link istituzionali
lista di link esterni
collegamento alla pagina dei link ai quotidiani italiani ed esteri
collegamento alla pagina dei link consigliati
al sito della Famiglia Cristiana Online
al sito dell'Avvenire giornale online

Notizia di prima pagina
LE SEZIONI SONO IL SALE DELLA DEMOCRAZIA: LE PALESTRE DOVE SI ESERCITA LA NOBILE ARTE DELLA POLITICA.
prof. ERALDO RIZZUTI (di Rende, in provincia di Cosenza) Vice-Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana. Un affettuoso augurio di < Buon Lavoro > alla DEMOCRAZIA CRISTIANA di Barletta in occasione della inaugurazione della nuova sede cittadina del partito scudocrociato ! Una volta ci si riuniva nelle sezioni, nelle sacrestie, nelle piazze, per le strade, nei bar... per discutere elaborare proposte e proporre soluzioni. I cittadini erano attivi protagonisti della vita amministrativa della Polis. Oggi si è delegato tutto ad una sola persona: ai governatori e ai sindaci, moderni Podesta'. Non esistono più differenze di opinioni, uomini con i quali confrontarsi e discutere; se non sei con il "capo", sei suo nemico, e non importa se sei bravo e capace. Il pensiero e le azioni del capo sono omologanti, non si discutono e assistiamo sempre di più a questo codazzo di servi sciocchi e incompetenti che si muovono come pecore con la speranza di un posto al sole, disposti ad andare in galera e disponibili all'ubbidienza totale per tutta la vita. È così che la burocrazia, la politica e tutta la CLASSE dirigente si è arricchita di ignoranti e fannulloni che rispondono e obbediscono sempre e solo al capo, il quale in cambio garantisce loro protezione economica e sociale. Nella PRIMA REPUBBLICA si aderiva ad un progetto politico e gli uomini delegati ad amministrare erano chiamati a rispettarlo perché era stato elaborato dalla base, dal territorio. Oggi si delega una sola persona che non risponde a nessuno e può attuare politiche di DESTRA, sinistra, centro DESTRA, centro sinistra, centro, estrema destra ed estrema sinistra; ed attuare con molta leggerezza e superficialità idee e progetti in contrasto tra di loro. Quando non si attuano programmi si improvvisa tutto, non ci sono regole, regnano la confusione e il caos, si approvano migliaia di leggi "ad personam" e tutti si sentono autorizzati a fare quello che vogliono. Non prevalgono i beni comuni, ma solo quelli individuali e si perde l'identita' e il senso di appartenenza ad una famiglia, alla comunita' e allo Stato !